Quali i migliori investimenti da 10.000 euro nel 2018?

Tradizionalmente, gli italiani sono un popolo di risparmiatori. Sono infatti molte le famiglie che possiedono dei capitali inutilizzati, sia per mancanza di fiducia nelle classiche proposte di investimento, sia per un’innata tendenza a conservare i soldi sotto il materasso. Eppure il 2018 sembra essere l’anno giusto per investire le liquidità nei vari mercati. Ma quali sono i migliori investimenti nel 2018 per chi intende impiegare una cifra intorno ai 10.000 euro?

Monitorare i tassi d’interesse sui depositi

Anche nel nuovo anno si sono confermate le prospettive di crescita dei mercati finanziari, sotto l’impulso della tendenza rialzista che si sta sviluppando negli Stati Uniti. L’economia americana è infatti in piena crescita e questo trend sta producendo una serie di effetti a livello globale. Le dinamiche in atto stanno sollecitando le banche centrali, come la Fed o la Banca Centrale Europea, a riconsiderare la possibilità di alzare i tassi d’interesse, mettendo in atto una maggiore spinta inflazionistica in grado di fronteggiare la minaccia deflazionistica degli ultimi anni. Per quanto riguarda le possibilità di investimento per i privati, tutto ciò si traduce in una gamma più vasta di proposte: se fondi, depositi e prodotti finanziari simili non riuscivano ad attrarre i risparmiatori, a causa di una situazione stagnante, oggi le prospettive di guadagno sono più concrete. Chi intende quindi investire 10.000 euro nel 2018 dovrà monitorare costantemente i tassi d’interesse sui depositi vincolati messi a disposizione dagli istituti di credito, in quanto potranno rialzarsi gradualmente nei prossimi mesi. Sebbene le percentuali di rendita attuali siano ben lontane dall’essere appetibili, i tassi sono necessariamente destinati ad alzarsi, garantendo così dei potenziali profitti per chi ha un capitale di media entità da investire.

Le prospettive dei mercati azionari

La fine del 2017 e l’inizio del 2018 sono stati particolarmente incoraggianti per quel che riguarda le prospettive di guadagno nei mercati azionari. Gli indici delle Borse europee, così come quelli statunitensi ed asiatici, hanno fatto registrare dei massimi che non si vedevano da diverso tempo, segnale di una crescita delle rispettive economie. Chi possiede un capitale di 10.000 potrà tentare la carta dell’acquisto di titoli su questi mercati, lasciandosi consigliare da un buon consulente in possesso di esperienza nel settore. Si potrà inoltre operare in Borsa indirettamente, ossia acquistando una polizza vita legata ad un indice quotato nei mercati. Questa soluzione permette di recuperare sempre la liquidità investita e, nel caso di un andamento favorevole dell’asset associato alla polizza, si potrà inoltre percepire un profitto alla scadenza del contratto o periodicamente attraverso delle cedole fisse. Un’altra modalità di investimento è costituita nella partecipazioni a fondi, che consentono d accumulare dei profitti nel medio o lungo termine. Questi asset sono composti da un mix di titoli, indici, obbligazioni e titoli di Stato e consentono di trarre un profitto, proporzionale al livello di rischio dell’investimento.

Investire nel mercato immobiliare

Di sicuro 10.000 euro non rappresentano una cifra sufficientemente alta per effettuare delle operazioni di spessore nel mercato immobiliare. Tuttavia, questa somma consente di acquistare piccole unità, come un box auto, che potranno poi essere rivendute per ottenere un profitto. In questo caso, si dovrà agire in maniera strategica: anzitutto, si dovrà identificare una zona residenziale che promette uno sviluppo demografico o una crescita commerciale; in secondo luogo, si potrà individuare un box in disuso, che necessita una ristrutturazione e che per questo verrà proposto ad un costo inferiore a quello di mercato; una volta effettuate le migliorie, si potranno attendere alcuni mesi, per poi rimetterlo in vendita ad un prezzo superiore a quello dell’acquisto, costi di ristrutturazione incluso. Se la zona in cui è collocato si rivelerà attraente per nuovi residenti, imprese e professionisti, il valore del box auto sarà sicuramente maggiore rispetto alle spese affrontate in origine. Considerata la crescita economica che interessa anche il nostro Paese, l’aumento di liquidità disponibile da parte di famiglie e imprese e la crescita dell’occupazione, le prospettive di guadagno per chi sceglie questa soluzione sono concrete.