Venerdì 25 Aprile 2014

Pescara: prostituzione, operazione Scoiattolo. Emesse 15 misure cautelari

Stampa
| Seguici su Google+

Alcune prostitutePESCARA - All’alba di questa mattina, è giunta alla fase finale un’operazione di polizia, denominata “Scoiattolo 2”, contro lo sfruttamento della prostituzione condotta dalla Squadra Mobile di Pescara, sotto la direzione della locale Procura della Repubblica e coordinata dal Servizio Centrale Operativo di Roma.

Si tratta di un’indagine che ha portato il GIP del Tribunale di Pescara, Luca De Ninis, ad emettere 15 misure cautelari: di cui 11 applicative della custodia cautelare in carcere, e 4 del divieto di dimora. I provvedimenti sono tuttora in corso di esecuzione.

L’attività investigativa svolta ha consentito di smantellare più bande criminali dedite allo sfruttamento della prostituzione che hanno occupato tutte le zone nevralgiche e più redditizie della città, relegando altri gruppi criminali, come quelli che gestiscono la prostituzione proveniente dell’Africa centrale, in altre zone più periferiche, in particolare lungo la riviera di Montesilvano.

Sul territorio agivano numerosi soggetti coinvolti nell’attività dello sfruttamento delle prostitute, aggregati in diverse gang che, ovviamente, erano in concorrenza tra loro. Nonostante ciò erano rari e di breve durata i conflitti che insorgevano tra le varie fazioni, grazie al fatto che il territorio era stato suddiviso secondo una pianificazione e ripartizione strategica e con confini netti e generalmente riconosciuti. Si trattava, in sintesi, di una gestione organizzata e quasi “imprenditoriale” dell’affare della prostituzione con l'obiettivo del massimo profitto.

Le gang  avevano una tale capacità intimidatoria che riuscivano persino a imporre il pagamento di una sorta di "tassa di occupazione" dei marciapiedi delle rispettive zone. Inoltre, in alcuni casi sono stati compiuti dei veri e propri "rapimenti" di prostitute appartenenti ai gruppi rivali, e ciò per i conflitti sorti circa il controllo della zona di pertinenza. Conflitti che non arrivavano alle estreme conseguenze soltanto grazie all’intervento dei vari protettori.

In ogni caso le ragazze, che venivano chiamate in gergo “bagagli” o “scoiattoli”, venivano spesso intimorite con pesanti minacce, che sortivano l’effetto di  rafforzare il legame di sottomissione nei confronti dei loro sfruttatori. Questo assoggettamento le induceva a impegnarsi in turni di lavoro massacranti per guadagnare più soldi possibile. E tali profitti permettevano ai loro aguzzini di condurre una vita agiata e di effettuare investimenti in Romania.

Tre le persone rintracciate sino ad ora: Mihai Vasilica, 30 anni, e Baronescu Cristian Robert, 25enne, in Italia senza fissa dimora, destinatari di misura cautelare in carcere; e Holban Alexandru, 22enne, in Italia senza fissa dimora, destinatario del divieto di dimora a Pescara, Montesilvano e Francavilla al mare. 

Tramite il Servizio Interpol, sono tuttora in corso ricerche all'estero per rintracciare gli altri soggetti al momento latitanti.

Pescara: prostituzione, operazione Scoiattolo. Emesse 15 misure cautelari
© Riproduzione riservata

360°

se-questo-e-uno-zainetto
ROMA - "Camminavo guardando in alto, controllavo se arrivassero verso di noi bombe carta. Non mi sono...

Cultura

sincerita-soprattutto-in-amore
Un bilancio positivo per " SINCERITA' SOPRATTUTTO IN AMORE! ", dello spettacolo finale del Corso di...

Cinema & TV

video-festival-di-imperia-in-nome-di-fava-e-nel-segno-de-le-iene
Imperia - La  nona edizione  del  Video Festival di Imperia sta per partire nel ricordo di un “amico” ,...

DONNA

lanci-a-difesa-delle-donne
  TERAMO -  L’Associazione Regionale Comuni d’Abruzzo indice una  conferenza stampa, per il giorno 23...
13
H: 15°
L: 5°
Pescara
Lunedì, 05 Marzo
Previsioni a 7 giorni
Mar Mer Gio Ven Sab Dom
           
14° 10° 11° 10° 11° 12°
-3°

COMMUNITY

I TUOI AMICI SU FACEBOOK

SALUTE E BENESSERE

allergie-sfatiamo-alcuni-miti
PESCARA - Dietro a  quelle che potrebbero sembrare semplici perplessità, si nascondono invece molto...

Auto&Moto

-labruzzese-matteo-ciprietti-soddisfazione-al-mugello
Il Trofeo Honda NSF 250 R,  si è aperto sabato 05 Aprile, che ha coinciso pure con una giornata molto...

Gruppo Editoriale: MOS Agency