Giovedì 02 Ottobre 2014

Avatar: slitta il sequel

Stampa
| Seguici su Google+

avatarNessun film ha mai incassato quanto "Avatar": 2,782,275,172 dollari a cavallo tra il 2008 e il 2009.
Già nel 2010 la Fox annunciò che James Cameron aveva accettato di dirigere due sequel del film. Il regista disse che avrebbe girato le due pillicole in sincrono per poi farle uscire con un anno di differenza l'una dall'altre: a Natale del 2014 e del 2015.
Purtroppo non sarà così. Alcune settimane fa Cameron ha annunciato che il sequel di Avatar non sarà pronto prima del 2015. Il regista vorrebbe spostare l'intera produzione in Nuova Zelanda, per la precisione ad Auckland.
Ad occuparsi degli effetti visivi sarà la Weta Digital di Jackson, mentre le scene in motion capture verranno realizzate in enormi teatri di posa californiani.
Attualmente Cameron è ancora al lavoro sullo script, ma dovrebbe trasferirsi a Pounui entro i prossimi 6 mesi, in modo da far ambientare l'intera famiglia alla primavera neozelandese.

Avatar: slitta il sequel
© Riproduzione riservata

360°

botulino-e-dintorni-tutti-i-dubbi-dei-pazienti-dalle-iniezioni-dal-parrucchiere-alle-false-nuove-formulazioni
L’Associazione italiana Terapia Estetica Botulino mette in guardia: «In crescita le persone che ci...

Cultura

gli-avion-travel-a-castel-del-monte
Alessandro Haber, le voci di Benedicta Boccoli e di Claudio Botosso, cinema e Avion Travel: sono...

Cinema & TV

a-venezia-71-si-discute-su-una-nobile-causa
VENEZIA 71- Anche noi ci affacciamo, come avrete notato, sulla passerella più famosa del momento. E lo...

DONNA

chi-dice-donna-dice-alba-adriatica
ALBA ADRIATICA - La donna è un elemento della natura, estremamente poliedrico quanto...

COMMUNITY

I TUOI AMICI SU FACEBOOK

SALUTE E BENESSERE

punture-di-insetti-come-difendersi-dalle-allergie-
La maggior parte degli individui, quando sono punte da Apidi e Vespidi, manifestano "reazioni locali"...

Auto&Moto

italiani-al-volante-6-su-10-sbagliano-strada
Italiani popolo di santi, poeti ma non navigatori. In estate ben 6 connazionali su 10 quando sono al...

Gruppo Editoriale: MOS Agency